martedì 27 ottobre 2009

Partito Demente?

Questo è il più fuori tema di tutti, ma vabbè.


Se mi ostino a scrivere qui dentro è perché, come dice la mia biografia qui a fianco, sono un'aliena alienata: non trovo un cane che la pensi come me né che mi segua. Penso strano, mi occupo di cose strane, donchisciotta che si batte contro mulini a vento che sono la sola a vedere. E vabbè, dal mio Hyde Park Speaker's Corner privato arringo a un pubblico più inesistente che invisibile. Amen.
E veniamo al dunque: l'oggetto dei miei strali odierni è il Pd. Ma va? diranno sarcasticamente i miei due lettori. E no, bambini, errore, stavolta nel mirino non stanno i vertici del partito demente, bensì, udite udite, gli elettori. E dai, non fate così, non son mica così scontata da sgridarli perché hanno incoronato Bersani. Ci mancherebbe: dopo tutto sono fatti loro. Sono esterrefatta perché ci credono. Perché continuano a crederci piuttosto. Prendete questo signor Pierpaolo Farina che non so chi sia ma sono certa sia un'ottima persona. Oggi ci propone un post dal titolo eloquente: Vola Pd, vola, che Rutelli se ne va. Capisco l'entusiasmo per la fuoriuscita di Rutelli & company. Ma (no, va urlato): MA avreste la bontà di rispiegarmi perché avete "creato" il Pd? Come tutti sanno, c'era una volta il Pci, poi (come ho già emotivamente riassunto sul vecchio blog), una volta caduto il muro, Occhetto ha pensato bene di trasformarlo in Pds, Partito Democratico della Sinistra. Poi hanno tolto la parola Partito, che faceva pensar male, e sono rimasti Ds, Democratici di sinistra. Infine si sono fusi con la Margherita di Prodi, MA ANCHE di Rutelli, hanno rimesso il Partito ma hanno definitivamente fatto fuori la Sinistra (e non c'è bisogno di lezioni di semantica per capire). Ora esultano perché Rutelli (e, si spera, Binetti con la sua corte di teodem neocon) se ne va. No, ma dico, vi pare valesse la pena di fare tutto 'sto casino per far entrare nel partito Madonna Rosi Bindi (santa subito: sono pressoché certa che sia più a sinistra di Bersani o, se non altro, che sia meno liberale), il signor Romano Prodi, Harry Potter-Franceschini e qualche altro pugnetto di ex democristiani di sinistra? Riformulo perché qualcuno ha letto ma nessuno ha risposto: ma perché nessuno si arrabbia se il neosegretario non spiega che il progetto sul quale hanno chiesto il voto alle primarie di due anni fa (e che, fino a ieri, dunque anche fino alle primarie del 2009, era valido) è fallito? E qual è il nuovo progetto? E cos'è il Pd?


Ultim'ora: sul tema riflette anche Emanuele Macaluso, volutamente ambiguo (o no? ;)

11 commenti:

  1. da comunista ti do ragione...e visto che ci sono piagnucolo sulle sorti della sinistra tutta...chi fa la scissione dell'atomo, chi si sente democratico perchè fa ste primarie farlocche...e l'opposizione chi la fa?

    RispondiElimina
  2. "non c'è un cane che...".
    una sola parola: bau.

    RispondiElimina
  3. @ samie e ze: ok, allora siamo in tre

    RispondiElimina
  4. @ ze: mi sa che mi devo spiegare meglio. mi conosci bene e sai che sono incline a un patetico filino di autocommiserazione (e autoesaltazione altrettanto patetica), ma non era quello che intendevo qui e ora; quello di cui non riesco a fare a meno di stupirmi ogni giorno è che nessuno metta il dito nelle piaghe che a me sembra di individuare. non sono un genio e come analista politica faccio vomitare, allora com'è che non trovo risposte alle mie domande? dovrebbe essere banale rimettermi al mio posto. ma non succede (non parlo solo dei blog, malheureusement). allora, in un momento di scoramento in cui, per l'ennesima volta, mi sento circondata da cretini, mi chiedo dove si rifugiano le persone che pensano. ufffff (mi sono annoiata da sola, ma, almeno, adesso respiro. alla salute)

    RispondiElimina
  5. Ti ringrazio Virginie per avermi citato, ma, come dire, una rondine non fa primavera.
    Anzitutto perchè io, come ho dichiarato, NON SONO ANDATO A VOTARE alle primarie del PD (anche se politicamente mi piaceva di più Marino). Non ci sono andato proprio perchè, come ho dichiarato in altri post, quando ho votato per la nascita del PD nella mozione Fassino c'era scritto ben altro di quello che poi è stato attuato. Colpa mia, avevo 18 anni, ero ancora ingenuo. Anzi, quando tutti si sbracciavano per Veltroni, io ero uno dei pochi che dal mio blog e nella mia oramai ex-sezione (l'ultima mia tessera è quella che ho preso a 17 anni dei DS) ero contrario a metterlo in campo, vista la disastrosa gestione da segretario dei DS. In più, lo votavo, ma dicevo chiaramente che non vi avrei aderito se non si fosse posta al centro del dibattito interno (ed esterno) la Questione Morale e non la si fosse piantata di ergere su un piedistallo Bottino Craxi.
    Tant'è che se vedi il mio articolo successivo a quello che hai citato, parla della Sinistra che, a mio avviso, dovrebbe piantarla di scindersi e creare un partito forte e che sia un interlocutore credibile per il PD di Bersani, che lo porti a Sinistra. Perchè se va con l'UDC, è finito tutto.
    Detto questo, mi pare che tu sia un po' troppo avventata nei giudizi sulle intelligenze e la profondità di pensiero altrui, visto che chi scrive è anche il fondatore di EB.IT - Il Primo Sito Web su Enrico Berlinguer.
    Saluti,
    Pier

    RispondiElimina
  6. @ pier: sono io che ringrazio te e che mi scuso se hai pensato che ti giudicassi poco intelligente; niente affatto, sono capitata sul tuo blog per via del post che segnalo e sì, confesso, che non sapevo granché della tua storia politica. dal post su rutelli non mi sembra si intuisca, ma può pure darsi che mi sbagli di nuovo. il demente, riferito al partito non certo a te, era volutamente provocatorio: confesso che non ho mai capito che entità sia il pd né dove voglia andare e sono pressoché certa non lo sappia con precisione nessuno (se no, come dici, la pianterebbero di esaltare bettino e, magari, ci potrebbero provare a fare un po' di opposizione, no?). in ogni caso: quello che a me premeva sottolineare è che il pd nato due anni fa per volere di veltroni e rutelli è morto ma nessuno chiede che ne faranno del suo fantasma. mi sono spiegata meglio? cospargo ancora il capo di cenere se ti sei sentito offeso. ciao

    RispondiElimina
  7. Pierpaolo Farina28 ottobre 2009 19:38

    Figurati... ci tengo ad essere chiaro sulle mie posizioni. Io mi scontro tutti i giorni su fb con gentaglia che sta in quel partito solo perchè "è grande", ma quando chiedo che partito sia nessuno mi sa rispondere. Per questo non ho preso la tessera. Poi se ti azzardi a parlare di Questione Morale, l'appellativo meno offensivo è quello di grillista o squadrista, che "usa le parole come un manganello". Colpa mia se loro non hanno argomenti? Cmq interessante il uto blog ed è bello aver trovato qualcuno che la pensa come me... siamo in tanti, il problema è che non siamo organizzati purtroppo! Se hai fb, possiamo "chiacchierare" più frequentemente lì!
    Ciao,
    Pier

    RispondiElimina
  8. Premetto: non sono un "piddino", non sono un politicante, non sono un cattolico, non sono uno del sud, non sono uno del nord, non sono intelligente, non sono una categoria. Forse la definizione più veloce di me è : uomo mediocre ma non medio (spero).
    Fatto il mio piccolo sproloquio passo al punto. Non so perchè, ma dopo aver letto il tuo post ho pensato a due cose. La prima è che Pierpaolo, tra una primaria e un rutelli, un pò ci stà a provà con te. La seconda che avevo voglia che tu vedessi questo spezzone di film www.youtube.com/watch?v=zrSUtSZqkfU.
    Tutto qui. ciao

    RispondiElimina
  9. @massimo: beh, nel caso tu avessi ragione, pierpaolo potrebbe avere uno shock brutale: potrei essere tranquillamente sua madre. e grazie mille per lo splendido spezzone da "Quinto potere", sono un mucchio di anni che non rivedo il film ma "sono incazzato nero e tutto questo non lo accetterò più" non l'ho mai dimenticato. il guaio è che è tutta la vita che sono incazzata nera ;)

    RispondiElimina
  10. Non avevo dubbi che avessi visto quel film (chissà poi perchè, mah).
    E visto che sei incazzata cronica, ti lascio un'altra di quelle frasi che ripetendole aiutano a sfogarsi. E' una citazione di Petrolini che Luttazzi (che io non prediligo) ha ripreso per esprimere al meglio un concetto in cui credo anch'io.

    Luttazzi ha detto: "... Ora bisogna occuparsi di chi Berlusconi ce l’ha messo. Ovvero gli italiani. …Come diceva Petrolini quando qualcuno dal loggione lo importunava: “Io non ce l’ho con te, ce l’ho con quello accanto a te che non te butta de sotto”. Ecco: gli italiani sono quelli accanto a lui. Berlusconi è finito, il berlusconismo no”.
    Ciao

    RispondiElimina
  11. ossignur, incazzata cronica non saprei, nella vita quotidiana sono frivola, libera e bella (e scema, come noti). quanto al petrolazzi lo conoscevo, ma è sempre bello sentirselo ripetere ;)

    RispondiElimina

Licence Creative Commons
Ce(tte) œuvre est mise à disposition selon les termes de la Licence Creative Commons Attribution - Pas d’Utilisation Commerciale - Pas de Modification 3.0 non transposé.