mercoledì 31 marzo 2010

Il fondo del barile (anche allora era tempo di elezioni)

venerdì, 12 maggio 2006

Raschia raschia qualcosa si raccoglierà ancora: ho ricevuto la cartolina per le elezioni comunali di Milano. Non solo io, pure mia sorella. E basta. Altri parigini milanesi no. A quanto pare, ho appena telefonato all'Ufficio Elettorale di Milano, ho diritto a partecipare alle elezioni del vostro sindaco, cari ex concittadini. Non si capisce, e l’impiegata che mi ha risposto ne sa parecchio meno di me, perché io riceva questa cartolina per la prima volta (quattro anni fa manco l’ombra, tanto per dire) né si capisce perché la mia amica Ale, per esempio, milanese che sta qui da vent’anni, non l'abbia ricevuta mai.
Il fatto è che, in maniera del tutto incongruente e grazie al completo delirio amministrativo globale, potrei contribuire a votare due sindaci: il vostro e il mio, quello di Parigi.
A questo punto mi piacerebbe rivendicare un diritto pure per quello di New York.


(P.S. l'originale, da un blog ormai morto, lo trovate cliccando il titolo. Quando non ho niente di meglio da scrivere ho deciso di raccogliere qui i miei post su Parigi. Almeno se ne staranno tutti insieme ;)



(nella foto: quadro in vendita su Terranova)

Nessun commento:

Posta un commento

Licence Creative Commons
Ce(tte) œuvre est mise à disposition selon les termes de la Licence Creative Commons Attribution - Pas d’Utilisation Commerciale - Pas de Modification 3.0 non transposé.