domenica 21 marzo 2010

Prepuzio party

martedì, 02 maggio 2006

Ormai sapete tutti che virginie è un’aliena, dunque niente di strano se ha qualche facoltà da camaleonte.
Allora, stamane, per la prima volta nella mia vita, ho assistito a un “Brit millà”, patto della circoncisione (con relativa millà: e zac). Gabriel, il nuovo nato, non poteva certo sapere cosa lo attendesse all’ottavo giorno, ma a dire al vero ha lanciato un timido “bè” solo quando gli hanno levato il pannolino. Per il resto pare non abbia sentito nulla: neppure un vagito.
Da atea di provenienza cattolica mi sono sentita all’interno di un film: i miei amici genitori sono ebrei argentini, dunque gran parte dei presenti era di lingua spagnola. C’era poi qualche americano e un paio di intrusi (come me, insomma). Credo neppure un francese. Nella Babele che si è creata, gli uomini hanno indossato la kippa (ebrei e non) e si sono alzati i canti in ebraico. Un bel rito, direi. E, soprattutto, un vero rito alieno: una “Brit millà” nel cuore di Parigi (la casa dei miei amici ha addirittura una superba vista sulla Tour Eiffel) tra ispanofoni e anglofoni dal volto semita che si dividono tartine e canapé.
Mazel tov.


(P.S. l'originale, da un blog ormai morto, lo trovate cliccando il titolo. Quando non ho niente di meglio da scrivere ho deciso di raccogliere qui i miei post su Parigi. Almeno se ne staranno tutti insieme ;)

Nessun commento:

Posta un commento

Licence Creative Commons
Ce(tte) œuvre est mise à disposition selon les termes de la Licence Creative Commons Attribution - Pas d’Utilisation Commerciale - Pas de Modification 3.0 non transposé.