martedì 22 maggio 2012

Maledetta nostalgia

mercoledì, 20 giugno 2007 - Passeggiata numero 1

Esco e vado a sinistra. E comincio a salire. La rue de Belleville si inerpica verso le buttes dell'est parigino. Prima dolcemente, poi sempre più impervia. Sono già passata dall'altro lato della strada. E salgo. Salgo. Fino alla piazzetta con il trompe-l'oeil di Ben. Qui prendo il tempo necessario per assaporarla un po'. Per guardare la gente seduta ai tavolini. Per vedere che spettacolo imbastiranno la sera. A quel punto ho già svoltato in rue Julien Lacroix. Appena dietro l'angolo mi attendono i colori inneggianti a dio che sventolano fuori dalla Chiesa riformata. Giro lo sguardo attorno su vecchie case così tipicamente parigine che non se ne vedono quasi più e su obbrobri urbani che potrebbero trovarsi ovunque. Proseguo e arrivo nel cuore del parco di Belleville, là dove la rue Julien Lacroix lo separa in due lembi. Riesco a fatica a estraniarmi dall'odore mefitico delle deiezioni canine che campeggiano in ogni aiuola e ricomincio a salire. All'interno del parco questa volta. Su su fino a raggiungere la Maison de l'air, la casa dell'aria. E anche del vento, come mi piace pensare. È allora che mi giro e assaggio una scaglia di felicità. Ai miei piedi si stende tutta Parigi.

5 commenti:

  1. non lascerei la mia montagna incantanta per tornare a Parigi....ma ....quanto siamo stati bene....:)

    RispondiElimina
  2. beh, ma tu hai una montagna incantata, io milano :D
    comunque è vero: siamo stati benissimo. baci (stavolta ho capito chi sei ;-)

    RispondiElimina
  3. baci a ....voi due..:)

    RispondiElimina
  4. devo andarci con te. se no, niente.

    RispondiElimina
  5. ze, basta che vi organizzate... io per andare a parigi sono sempre pronta :D
    baci

    RispondiElimina

Licence Creative Commons
Ce(tte) œuvre est mise à disposition selon les termes de la Licence Creative Commons Attribution - Pas d’Utilisation Commerciale - Pas de Modification 3.0 non transposé.